Overblog
Suivre ce blog Administration + Créer mon blog

PASSÉ COMPOSÉ

Publié le par analopez

AUXILIAIRE ÊTRE OU AVOIR?

1. On dit aux apprenants d'aller au fond de la classe.
2.On prend deux feuilles. Sur l'une on écrit le verbe être et sur l'autre le verbe avoir.
3. On choisit deux apprenants: l'un sera le verbe être et l'autre le verbe avoir.
4. Le reste d' apprenants disent, chacun à son tour, un verbe à l'infinitif.
5. Si le verbe se conjugue au passé composé avec le verbe être, l'apprenant qui a ce verbe, fera un pas en avant. De même pour le verbe avoir.
6. Ensuite les apprenants feront des phrases avec le verbe choisi.

ACCORD DU PARTICIPE PASSÉ

1. On dit aux apprenants d'aller au fond de la classe. On met une chaise.
2. On prend deux feuilles. Sur l'une on écrit un e et sur l'autre un s.
3. On choisit deux apprenants: l'un sera le e et l'autre le s. Ils vont se placer derrière la chaise qui sera le participe passé.
4. Le reste d' apprenants disent, chacun à son tour, une phrase au passé composé.
5. Si le participe passé a besoin d'un e, l'apprenant qui l'a, ira à côté de la chaise. De même pour le s.

Partager cet article
Repost0

JMG LE CLÉZIO

Publié le par analopez

1. Regardez la vidéo ci-dessous jusqu'à la minite 4:34.



 Franceinter.
Voici quelques titres proposés pour les différents points dont on traite dans l'interview. Mettez-les dans l'ordre correcte de la conversation.
  • a. Contenu du discours.
  • b. Ce que le prix représente pour lui.
  • c. Inspiration des personnages.
  • d. Rapport entre la mère et Nathalie Sarraute.
  • e. Le prix Nobel
2. Faites un peu de recherche sur:
  • Franceinter
  • Nathalie Sarraute
Partager cet article
Repost0

I TURISTI

Publié le par analopez

1. Aiutandovi di queste domande, parlate con il vostro compagno.
  • a. Vi piace viaggiare?
  • b. Preferite un viaggio lungo oppure vari più brevi?
  • c. Come destinazione, preferite l'estero o il vostro paese?
  • d. Viaggi organizzati o da soli?
  • d. In questi viaggi frequentate la gente del paese?

2. Raccontate un viaggio che vi sia piaciuto per un motivo speciale.

3. Leggete il testo qui sotto.



Gli abitanti del centro storico istituiscono un blog per protestare contro gli stranieri
Nel mirino soprattutto gli italiani, detti 'perroflauta', e gli inglesi
Barcellona, la protesta del Barrio
"Basta con i turisti maleducati!"
Gli abitanti chiedono ai visitatori di non dormire per strada, di non ubriacarsi
di non cantare (soprattutto quando si è stonati...) e di non sporcare
di ROSARIA AMATO

Barcellona, la protesta del Barrio "Basta con i turisti maleducati!"

Le magliette 'anti-turista' dei barcellonesi del Comando Guillem Nas

ROMA - Basta con i turisti maleducati, che cantano una pessima Macarena sotto le finestre dei poveri cittadini che il giorno dopo devono andare al lavoro. E che credono che il centro storico di Barcellona sia un "parque tematico", tanto che ormai gli abitanti del Barrio Gotico neanche osano più affacciarsi dal balcone per innaffiare le piante, perché c'è sempre il turista pronto a fotografarli. Basta con i turisti: "I'm not a tourist", "non sono un turista", è diventata la parola d'ordine degli abitanti del centro storico della capitale della Catalogna. Stufi di essere continuamente disturbati da una presenza che ormai più che ingombrante s'è fatta intollerabile.

I cittadini in lotta contro i turisti si sono dati anche un nome di battaglia: Comando Anti-Turista Guillem Nas. E hanno aperto un blog, dal quale sono tratte le fotografie pubblicate nella galleria dal titolo
"Barcellona, il blog contro i turisti". Tra il serio e l'ironico, i cittadini del Gòtic - come si chiama in catalano il centro storico - stanno mettendo a punto una serie di strategie per scoraggiare gli eccessi degli stranieri maleducati.

"Il problema è l'eccesso di turismo low cost - spiega Silvio Ajmone, italiano che vive da dieci anni a Barcellona e attualmente lavora come project manager per una multinazionale - che ha avuto un impatto forte sul centro di Barcellona. I turisti, soprattutto italiani e inglesi, arrivano con i voli da 30 euro, e neanche vanno in albergo, dormono per strada, fanno della città quello che vogliono". Tanto che ormai, spiega Silvio, persino la celeberrima Rambla "è diventata un posto dove i barcellonesi non vanno. Ci sono solo una serie di negozi turistici, gestiti per lo più da pachistani...".


Da qui la rivolta degli abitanti del centro storico che, spiega Silvio, sono soprattutto anziani e giovani coppie.

Cosa vogliono i barcellonesi del Comando Anti-turista? Non certo vietare l'acceso ai turisti. Ma almeno che si comportino in modo civile: "Vorremmo che ci facessero dormire - si legge nel blog - che loro non dormissero sulla porta di casa nostra e che, se proprio devono farlo sotto alle nostre finestre, che almeno cantassero bene. Ma sarebbe meglio se non cantassero affatto". E ancora: non trattare le stradine del centro come un vespasiano, non lasciare spazzatura in giro.

Se poi gli stranieri evitassero, tutto sommato, anche di recarsi in massa in centro, non sarebbe male. Tra i desideri degli abitanti del Barrio Gotico c'è anche quello di prendersi una birra in santa pace in un locale sotto casa, senza dover affrontare una coda interminabile.


Tratto da La Repubblica (12 ottobre 2009)

  • a. Qual è l'idea generale?
  • b. Date un titolo ad ogni brano.
  • c. Cosa ne pensate del problema?

4. L'imperativo: formazione, esercizi. (Grammamia!)

5. Ascoltate questo dialogo e poi parlatene con il vostro compagno.

  Grazie Marco
6. Compilate questo esercizio e segnate quali sono i consigli che ci sono nel dialogo.

7. Quando partite in gita, cosa vi consigliano i vostri genitori?

Partager cet article
Repost0